Spese di spedizione gratuite con 99€ di spesa

Spese di spedizione gratuite con 99€ di spesa

Spese di spedizione gratuite con 99€ di spesa

Tumori ematologici: una breve e semplice definizione di che cosa sono

Un tumore ematologico – chiamato anche neoplasia ematologica o tumore del sangue – è un tumore che colpisce le cellule del midollo osseo, del sistema linfatico o del sistema immunitario. Fondamentalmente un problema ematologico origina dalla proliferazione e dalla sopravvivenza delle due principali linee di cellule del sangue: linee cellulari mieloidi e linfoidi. 

L’ematologia oncologica è quella branca della medicina che si occupa, appunto, dei tumori del sangue, ossia di quei tumori che influenzano la produzione e la funzione delle cellule del sangue ed è una disciplina medica più antica della cancerologia.

La maggior parte di questi tumori inizia nel midollo osseo dove viene prodotto il sangue. Le cellule staminali nel midollo osseo maturano e si sviluppano in tre tipi di cellule del sangue: globuli rossi, globuli bianchi o piastrine. Nella maggior parte dei tumoriematologici, il normale processo di sviluppo delle cellule del sangue viene interrotto dalla crescita incontrollata di un tipo anormale di cellule del sangue. Questi globuli anormali, o cellule cancerose, impediscono al sangue di svolgere molte delle sue funzioni, come combattere le infezioni o prevenire gravi emorragie.

Tumori ematologici: i tre tipi principali di tumori del sangue.

I tumori ematologici rappresentano oggi circa il 5% di tutti i tumori e ne esistono di tre tipi principali. Nello specifico, essi sono: 

  • La leucemia, ossia un tipo di cancro presente nel sangue e nel midollo osseo, causato dalla rapida produzione di globuli bianchi anormali. L’elevato numero di globuli bianchi anormali non è in grado di combattere le infezioni e compromette la capacità del midollo osseo di produrre globuli rossi e piastrine; 
  • Il linfoma, ossia un tipo di tumore ematologico che colpisce il sistema linfatico, che rimuove i liquidi in eccesso dal corpo e produce cellule immunitarie. I linfociti sono un tipo di globuli bianchi che combattono le infezioni. I linfociti anomali diventano cellule di linfoma, che si moltiplicano e si raccolgono nei linfonodi e in altri tessuti. Nel tempo, queste cellule cancerose danneggiano il sistema immunitario; 
  • ll mieloma, ossia un cancro delle plasmacellule, che sono globuli bianchi che producono anticorpi che combattono malattie e infezioni nel corpo. Le cellule del mieloma impediscono la normale produzione di anticorpi, lasciando il sistema immunitario del corpo indebolito e suscettibile alle infezioni.

I progressi nel caso di un problema ematologico registrati negli ultimi anni sono stati i più marcati. Ciò si deve al fatto che i tumori ematologici sono “tumori liquidi”, cioè tumori le cui cellule circolano in un liquido: sangue o linfa. Questi tumori sono quindi facilmente accessibili per effettuare vari test di biologia molecolare – prelievo di sangue o campioni di linfonodi – e, soprattutto, sono particolarmente sensibili alla chemioterapia e alla radioterapia.