È diventata una bellissima realtà la prima cabina dedicata esclusivamente all’estetica oncologica inaugurata alla Lilt (Lega Italiana lotta contro i tumori) di via Galilei 20 a Brescia.

L’ambiente ovattato tipico delle spa, profumo compreso, sarà d’aiuto, fisico e psicologico, alle donne ammalate di tumore anche grazie alle sapienti mani e ai consigli dell’estetista Cristina Fornari. In particolare, i prodotti che userà Cristina sono realizzati appositamente dalla Oncos di Patrizio Altieri di casa a Castenedolo per curare le lesioni dei trattamenti oncologici quali per esempio la radiodermatite, rossori e bruciori, come pure la micosi delle unghie e la secchezza della cute.

Si tratta di «una cura della pelle e dell’anima», sostiene Cristina che ha seguito corsi di formazione mirati. A sostenere da subito il progetto, che si è potuto attuare grazie alla raccolta di 6mila euro e ai locali messi a disposizione della Lilt, con Cristina e Patrizia, il professor Lorenzo Magno, presidente dell’associazione, la psicologa Rita Protopapa, Lab 42 per la parte nutrizionale e molti sostenitori. Un’equipe che lavorerà in stretta sinergia, per coordinare la risposta a qualsiasi tipo di esigenza delle donne.

Per ora la possibilità di accedere alle cure estetiche gratuite è una volta alla settimana il lunedì, previo appuntamento alla Lilt (tel. 030 3775471), e prevede fra l’altro l’iscrizione all’associazione. Ogni seduta di estetica è di un’ora, anche per trattamenti più brevi, perché il tempo, l’accoglienza e la capacità di ascolto sono altre prerogative di questa iniziativa, mentre la psicologa è a disposizione il giovedì sempre tramite appuntamento e un contributo di 30 euro.

Per il prof. Magno e il team di volontari la certezza che questa iniziativa sarà un successo, e la cabina la prima di molte.